Seguici sui social

Serie B

Nino Corsaro: “Calcio italiano sempre più indecifrabile”

Catania, 21 agosto 2018 – Appena iniziato il Campionato di Serie A, ancora dubbi su quello di B, un mistero fitto avvolge la C. Ma che momento sta attraversando il calcio italiano? Ne parliamo con un autentico protagonista dello scenario calcistico nazionale, Nino Corsaro, oggi impegnato nelle vesti di osservatore in Sicilia per conto dello Spezia, formazione militante in Serie B.

“Sicuramente un momento tra i più nebulosi della nostra storia – esordisce Nino Corsaro -. Il massimo torneo nazionale esprime tante di quelle contraddizioni da lasciare davvero esterrefatto il commentatore neutrale. Parliamo di crisi ed assistiamo ad una delle sessioni di calciomercato più danarose dell’ultimo decennio. Formazioni che fanno delle plusvalenze fittizie il proprio credo che riescono a partecipare all’ennesima competizione professionistica; altre che, in barba ad ogni fair play finanziario, spendono e spandono; altre ancora che acquistano giovani che non hanno mai esordito in A pagandoli a prezzi da veterani, forse per dare un consistente aiutino a club che in qualche modo esprimeranno loro riconoscenza in futuro. Ed in questo clima da pazzi, la Juventus riesce a piazzare il colpo del secolo, tesserando Cristiano Ronaldo. Chi ci capisce qualcosa è davvero bravo!”.

Per non parlare del campionato cadetto che decollerà con sole 19 formazioni al via…

“Altro enorme punto interrogativo – continua Corsaro -. Regolamenti non del tutto cristallini interpretati in maniera ancor meno limpida, come tutti ben sapete. Con annunci, retromarce ed imposizioni che scontentano tutti e danno adito a proteste che stanno rendendo velenoso il clima sportivo lungo l’intero stivale”.

Conseguenza di tutto ciò, Catania non sa che campionato disputerà?

“Direi che anche qua le conseguenze di tutto ciò che ho appena affermato si stanno inevitabilmente evidenziando. Il problema è che la non perfetta conoscenza delle norme e procedure federali, nonché la deleteria prassi della vetrina sui social network a tutti i costi, genera un effetto domino potenzialmente pericolosissimo. Ricordiamoci che polveriera sono le curve, che cassa di risonanza mediatica enorme è quella rappresentata dal calcio, quanti alibi questa incertezza estiva fornirà a tutti per giustificare fallimenti sportivi e dare la caccia ai presunti colpevoli, deresponsabilizzando i sodalizi e rendendo il clima, specie in C, davvero irrespirabile”.

Come trascorre infine oggi le proprie domeniche Nino Corsaro?

“Assisto a gare sui maggiori campi siciliani per conto dello Spezia, mettendo in gioco la mia pluridecennale esperienza nel settore con grande soddisfazione. Specie quando imbrocchi il nome giusto oppure scopri in anticipo quello ancora poco conosciuto ed il tempo ti dà ragione circa la bontà del tuo operato”.

Pubblicità
Pubblicità