Seguici sui social

Promozione

Il Caltagirone torna alla vittoria sul fotofinish

Marcatori: 90′ Ruscica
Caltagirone: Parlabene, Travaglianti, Cinnirella, Manuello (53′ Amadou), Giarratana S., Buttiglieri, Navanzino, Giordanella (75′ Ascia), Giaquinta, Ruscica, Dampha. A disp: Polessi, Di Martino, Galanti, Nicastro, Ferrera, Giarratana R., Amadou, Conti, Ascia. All: Buoncompagni
RG: Latino, Orecchia, Schiavone (51′ Caltabiano), Barbagallo, Conti, Consalvo, Casella, Cassia, Serrantino, Latina, Pluchino. A disp: D’Alessio, Caltabiano, Mazzarella, Occhipinti. All: De Santis
Arbitro: Martorana (sez. Enna). Assistenti: Lombardo (sez Caltanissetta), Riccobene (sez. Enna)

Il Caltagirone al “Pino Bongiorno” conquista tre punti fondamentali per rimanere saldo nelle prime posizioni in classifica. Contro l’RG di mister De Angelis, i biancorossi, soprattutto nella prima frazione di gioco, non trovano la giusta quadratura e non riescono ad impensierire la retrogrardia siracusana. Gli ospiti nei primi 20 minuti sembrano più propositivi e provano ad imbastire azioni pericolose, al 6′ Latina, si vede parare un tiro insidioso da Parlabene, al 27′ Serrantino con un tiro a giro manda la sfera sopra la porta. Al 38′ prima vera palla gol del Caltagirone, cross di Giordanella in area per Ruscica che manda fuori. Nel secondo tempo, il Caltagirone sale in cattedra e fa la partita, al 48′ gran parata di Latino sul tiro di Giordanella, il portiere siracusano sarà protagonista anche al 67′ quando l’arbitro concede un rigore per fallo su Travaglianti, sul dischetto Navanzino spreca l’occasione del vantaggio, Latino para. Da segnalare che qualche minuto prima, fallo netto su Giaquinta, il signor Martorana concede il penalty, ma sulla dubbia segnalazione del guardalinee lo annulla dopo qualche minuto. Il gol che vale i tre punti per il Caltagirone arriva al 90′, fallo di punizione su Navanzino, il solito Capitan Ruscica pennella una punizione impeccabile dove Latino non può arrivare. I biancorossi nel prossimo turno incontreranno fuori casa la capolista Real Siracusa Belvedere.

Nel post match le dichiarazioni di mister Buoncompagni: «Il primo tempo non siamo stati il solito Caltagirone, abbiamo regalato 45 minuti per alcune difficoltà riscontrate. Nel secondo tempo, ho provato a sistemare modulo e uomini e i ragazzi hanno fatto un buon gioco, creando diverse occasioni. Sul primo rigore concesso e poi tolto? Non ho capito il motivo, rivedrò le immagini ma sembrava netto. L’atteggiamento della squadra nel secondo tempo è stato determinante, c’era voglia di portare a casa i tre punti. Ruscica? Sappiamo tutti chi è, e le qualità che ha. Adesso affronteremo una settimana importante per farci trovare pronti a Siracusa».

Soddisfazione di tutta la società biancorossa che quotidianamente è vicina alla squadra, il dirigente Giuseppe Zago si è detto orgoglioso di questi ragazzi: «Un gruppo di giovani che non molla niente! Persone fantastiche che stanno onorando la maglia domenica dopo domenica. Voglio ringraziare questi ragazzi per lo spirito che mettono giorno dopo giorno. La città si sta divertendo molto, è un piacere vedere queste partite. Spero che i tifosi ci seguiranno sempre di più, questi ragazzi se lo meritano».

Dello stesso avviso il direttore generale Cristian Di Martino: «Il Caltagirone è una squadra che lotta fino alla fine senza mai arrendersi. Andiamo avanti così».

 

Diletta Sirna

Pubblicità
Pubblicità