Connect with us

Senza categoria

Esclusiva. Pietro Tarantino: ” Licata indimenticabile, avevamo uno squadrone, domenica mi giocherò la partita a viso aperto”

Caccamo-Licata sarà una sfida particolare per il tecnico dei padroni di casa, Pietro Tarantino: uno dei protagonisti, da giocatore, del Licata 2005/06, gruppo che vinse il campionato di Eccellenza. La squadra dei vari Grillo, Di Somma, Corona, Ciulla, Galati. Gente ancora nel cuore degli sportivi licatesi. Tarantino, non dimentica. Contattato dalla nostra redazione, ci racconta quel suo campionato da giocatore gialloblu. ” Un anno straordinario, avevamo una squadra fortissima, ragazzi unici. Ho vissuto delle emozioni che non dimentico. Licata è una piazza storica. Il paragone tra il nostro e questo Licata? Forse noi eravamo più forti(ride), sono periodi diversi. Credo che quello attuale, sia il campionato qualitativamente migliore degli ultimi dieci anni. Questo Licata è forte, ha una rosa profonda, uomini di spessore, credo vincerà questo torneo. Tra le più attrezzate anche il Canicattì che mi sta deludendo alla luce degli ultimi risultati”. L’allenatore del Caccamo, passa poi alla presentazione della sfida di domenica prossima, niente catenaccio per il pareggio: ” Sono abituato a giocarmele le partite, il Licata è la prima della classe ma noi non faremo catenaccio per il punticino, non voglio avere nessun rammarico. Ci giocheremo la partita a viso aperto. Staremo attenti a raddoppiare sulle fasce, loro hanno esterni tecnici e veloci. Mi sta impressionando questo 98, Castagna, davvero un gran bel prospetto. Anche noi abbiamo giocatori importanti, i fratelli Clemente, Scillufo, Cutaia e non voglio dimenticare nessuno. Giocheremo la nostra gara, sarà una bella giornata di sport”

Advertisement
Advertisement