Connect with us

Serie C

Alla Sicula Leonzio il derby degli “esiliati” contro l’Akragas, finisce 2-0

Il derby degli “esiliati” come è stato ironicamente definito  nel corso della settimana, giocato a Catania, allo stadio Angelo Massimino, , vede trionfare meritatamente la squadra di Pino Rigoli per 2-0 con un gol per tempo.

La Sicula Leonzio la sblocca subito in apertura al 7′ con D’Angelo, un sinistro fulmineo , su preciso assist di Marano. Al 15′ all’ex De Rossi non riesce il tapin sotto porta, per lui solo l’esterno della rete. Alla mezz’ora si fa vedere anche l’Akragas ma solo su calcio di punizione  di Longo finito di poco fuori. Al 40′  è ancora la Sicula Leonzio a farsi pericolosa, dall’out di destra, il solito De Rossi, ha la meglio, sguscia via sulla fascia,  mette dentro un pallone invitante ancora per D’Angelo , ma Vono è bravo a respingere con il piede in angolo.

Nella ripresa al 58′, in un’azione manovrata arriva il primo vero tiro in porta dell’Akragas, da 25 metri di Parigi, ma la sua conclusione è telefonata e non impensierisce più di tanto Narciso che blocca sicuro. Al 60′ triplo cambio in casa Akragas con conseguente cambio di modulo in 4-3-3 che sembra mettere pressione alla Sicula Leonzio. Al 75′ l’Akragas spreca una ghiotta occasione con Moreo che entra in area , ma il suo tiro è debole e finisce tra le braccia di Narciso. Dalla ripartenza , la Sicula Leonzio potrebbe chiuderla con Arcidiacono in mezza rovesciata, ma Vono vola e tiene l’Akragas ancora in partita. All’85 ‘ Sepe vive trenta secondi di follia, la combina grossa con due interventi duri sugli avversari, il primo su Arcidiacono con il prima cartellino giallo , il secondo poco dopo su Bollino con il secondo cartellino giallo e il rosso per doppia ammonizione. Falli inutili ed evitabili che lasciano l’Akragas in 10 uomini. E all’89’ la Sicula Leonzio chiude la gara con Bollino complice un disimpegno difensivo errato di Carrotta che favorisce appunto l’inserimento di Bollino che supera in dribbling Danese e lascia partitre un sinistro che si insacca all’angolino dell’incolpevole Vono per il 2-0 finale. Sei punti in due derby contro Catania e Akragas e due gare ancora da recuperare per la Sicula Leonzio che sale a quota 12 punti e il “Massimino” inizia a farsi appetibile per la formazione di Pino Rigoli. Per l’Akragas un’altra giornata da dimenticare e classifica che inizia a preoccupare.

Advertisement
Advertisement