Seguici sui social

Serie D

Al Marsala il derby di serie D: cronaca e tabellino

Si è giocata oggi Marsala-Acireale gara valida per la 27° giornata del Girone I di Serie D. Sfida d’alta classifica tra le due squadre siciliane, attualmente entrambe in zona playoff e separate da soltanto un punto, con l’Acireale avanti. Con questo 1 a 0 gli azzurri si portano a quota 43 lasciando indietro l’Acireale a 41. Tutto faceva presumere uno 0 a 0 ma gli azzurri sono riusciti a cambiare le sorti della partita. “Coriacea” è stato definito il Marsala anche dagli ospiti e più volte in questo Campionato, la squadra ha dimostrato di valere, anche contro gli inarrivabili Bari e Turris, strappando un pari in casa e risultati incoraggianti in trasferta. Il Marsala meriterebbe i play off e una società solida – nonostante i dissidi interni tra i soci – che punti alla Lega Pro seriamente. Lo ha dimostrato anche la piazza, con un entusiasmo rinnovato e in crescita.

Marsala: Compagno; Benivegna, Galfano, Sekkoum, Fragapane, Balistrieri, Candiano, Prezzabile, Lo Nigro, Giardina, Manfrè. All.: Giannusa
Acireale: Biondi; Iannò, Talotta, Aprile, Gambuzza, Campanaro, Leotta, Mazzone, Manfrellotti, Madonia, Manfré Cataldi. All.: Romano
Marcatori: 
Ammoniti: 
Arbitro: Calzavara di Varese.

La cronaca

 La gara rivela molto tattica sin dalle prime battute, con le due squadre che si studiano faticando a creare occasioni clamorose: la prima arriva soltanto al 20′, con Manfrellotti che prova ad approfittare di un’incertezza della retroguardia del Marsala e fa partire un mancino velenoso che finisce sul fondo non di molto. Pur rimanendo una partita complessivamente intensa e viva, le occasioni da goal restano poche e il primo tempo si chiude sullo 0-0. La ripresa si apre subito con un’occasione per il Marsala: Sekkoum batte l’angolo e Manfré, facendo valere il fisico, svetta più in alto di tutti, ma la sua incornata finisce fuori di poco. Sin da subito si capisce come sia una partita maschia dove non mancano le azioni a dir poco fallose.

All’ennesima punizione, altra occasione sprecata dall’attaccante dell’Acireale Manfrellotti ed è tutto da rifare. E la squadra avversaria ci riprova più e più volte con tiri in area pericolosi, sfiorando il gol: va via ancora Manfré ma Compagno riesce a smanacciare sul primo palo. Ma è il Marsala che invece approfitta di un tiro da fermo e di testa al ’39 Candiano non sbaglia e la insacca nella porta avversaria con un gran goal di testa. Successivamente brivido per la porta del Marsala con l’Acireale che sbaglia tutto. Ultimi arrembaggi verso i 5 minuti di recupero per le speranze granata che sono state vanificate da un Marsala cinico e ben attrezzato. Negli scampoli finali, un’altra punizione degli azzurri ma la partita si chiude con la vittoria della squadra di casa.

 

Pubblicità
Pubblicità